da non perdere
Incontri & Corsi: con ragazzi & adulti

Racconto: Anno 2020, un giorno di ordinario lavoro

Ferrovia TRANSIBERIANA: ai confini del mondo

SETTE: Australia nelle terre remote

Castelli: Contesse e fantasmi nei Castelli delle Donne

Sudafrica: cent'anni di Mandela

Deserti: Tra sabbie infuocate e notti stellate

Viaggi: Oman, sulla via delle spezie

Australia: luci e canguri

Viaggi: Passaggio in India

TSUKIJI ADDIO: Tokyo fish market

CENT'ANNI DI LEICA in 100 scatti

EXPO Viaggi: Italia chiama Mondo

PANGEA: 50 mila chilometri su e giù per il mondo

NEW ZEALAND: tra Maori e Hobbit

THAILANDIA: passaggio a Bangkok

LANGHE: sua Maestà il Tartufo

SANTUARI: i cammini del silenzio

VALSUGANA: grandi emozioni

RAJASTAN: il tempio dei topi

SUD AUSTRALIA: l'isola darwiniana

GRECIA: un orologio di 2000 anni

ALBA: caccia ai diamanti bianchi

KERALA: la medicina ayurvedica

JAIPUR: l'orologio di stelle e pietre

iCub: cuccioli di robot crescono

JAPPONE: Gran Seiko

Leonardo Chiariglione: papà Mp3

BANGALORE: la tecno India

AUSTRALIA: la fuga dei laureati

MATURITA': amarcord '68

L'Homo Zappiens di Mr.Veen

POLO NORD: turismo over the top

TOKYO: le Urban Tribù

REDMOND: gli italiani di Mr.Gates

ZOT: segni del tempo

INDIA: Ayurveda Land

Fotografie cifrate

Derrick de Kerckhove

Il computer del 2020

Cellular-satellitari

San PIETROBURGO: vita da Zar

VIRGINIA: il covo dei cyberpoliziotti

Attento! Il cellulare ti spia

COREA: la Glass Valley

SORDEVOLO: la Passione

Memorie digitali. Sono eterne?

Richard Stallman

JAPPONE: gli Lcd di Sharp

LIBIA: viaggio nel Sahara

SETTE: Australia nelle terre remote
maggio 2019 ↓ scarica pdf archivio >>

SETTE Corriere della Sera - 10 maggio 2019

Dici Australia e pensi subito all’altra parte del mondo. Ed è giusto. Visto che per raggiungere le iconiche Sidney e Melbourne, città imperdibili per chi arriva la prima volta, occorrono almeno 24 ore di volo dall’Italia. Se poi volete spostarvi più a Sud in Tasmania, ebbene vi aspetta un viaggio nel viaggio. L’isola fa parte di quelle che gli aussie chiamano con termine benevolo «terre remote». Fuori dalle tradizionali rotte che nel 2018 hanno visto arrivare nel Paese dei canguri oltre 9 milioni di turisti da tutto il mondo. Di questi 78 mila italiani. Dunque parliamo di un’isola «aspra e selvaggia» ai confini del globo, affacciata direttamente verso l’Antartide. In mezzo solo una distesa di gelide acque... continua su Pdf

twitter @utorelli









Links