da non perdere
Incontri & Corsi: con ragazzi & adulti

Racconto: Anno 2020, un giorno di ordinario lavoro

Ferrovia TRANSIBERIANA: ai confini del mondo

SETTE: Australia nelle terre remote

Castelli: Contesse e fantasmi nei Castelli delle Donne

Sudafrica: cent'anni di Mandela

Deserti: Tra sabbie infuocate e notti stellate

Viaggi: Oman, sulla via delle spezie

Australia: luci e canguri

Viaggi: Passaggio in India

TSUKIJI ADDIO: Tokyo fish market

CENT'ANNI DI LEICA in 100 scatti

EXPO Viaggi: Italia chiama Mondo

PANGEA: 50 mila chilometri su e giù per il mondo

NEW ZEALAND: tra Maori e Hobbit

THAILANDIA: passaggio a Bangkok

LANGHE: sua Maestà il Tartufo

SANTUARI: i cammini del silenzio

VALSUGANA: grandi emozioni

RAJASTAN: il tempio dei topi

SUD AUSTRALIA: l'isola darwiniana

GRECIA: un orologio di 2000 anni

ALBA: caccia ai diamanti bianchi

KERALA: la medicina ayurvedica

JAIPUR: l'orologio di stelle e pietre

iCub: cuccioli di robot crescono

JAPPONE: Gran Seiko

Leonardo Chiariglione: papà Mp3

BANGALORE: la tecno India

AUSTRALIA: la fuga dei laureati

MATURITA': amarcord '68

L'Homo Zappiens di Mr.Veen

POLO NORD: turismo over the top

TOKYO: le Urban Tribù

REDMOND: gli italiani di Mr.Gates

ZOT: segni del tempo

INDIA: Ayurveda Land

Fotografie cifrate

Derrick de Kerckhove

Il computer del 2020

Cellular-satellitari

San PIETROBURGO: vita da Zar

VIRGINIA: il covo dei cyberpoliziotti

Attento! Il cellulare ti spia

COREA: la Glass Valley

SORDEVOLO: la Passione

Memorie digitali. Sono eterne?

Richard Stallman

JAPPONE: gli Lcd di Sharp

LIBIA: viaggio nel Sahara

Weekend: Ippovia del biellese
aprile 2012 ↓ scarica pdf archivio >>

Ore 14 di venerdì
L’ippovia nella savana biellese

Ritrovo alla tenuta La Mandria di Candelo (015.2536078), per l’uscita a cavallo nell’ippovia. Siamo nella “savana” biellese, tra i sentieri della riserva naturale di 3 mila ettari delle Baragge. Si cavalca tra radure selvagge e altopiani. Una passeggiata di un paio d’ore, al passo e al trotto, di grande interesse naturalistico. Il percorso è ti tutto relax e se fatto sulla neve aumenta di fascino. All’orizzonte troneggia l’imponente catena del monte Rosa.

Ore 18
Cultura e cucina dalla Civetta

Aperitivo nel centrale caffè ottocentesco del Teatro Sociale (015.28127). Poi con la funicolare si sale al Piazzo di Biella Alta, tra i vicoli medioevali. Cultura e cucina si assaporano al caffè ristoro “Libreria la civetta” (015.26342). In compagnia di Benni e Maurizia, che hanno ristrutturato un edificio del XVI secolo trasformandolo in ristorante-libreria. Si passa una serata diversa, tra letture e convivialità. Potrete assaggiare le saporite tome della Val d’Elvo accompagnate dall’immancabile birra Menabrea.

Ore 10 di sabato
Al monastero di Bose

Partenza per un passeggiata a cavallo dal centro ippico San Giorgio di Cerrione (015.677156), gestito da 40 anni dalla famiglia Zanetta. Prima tappa il monastero di Bose, per l’accoglienza della comunità monastica retta dal priore Enzo Bianchi. Si prosegue per l’antica cattedrale romanica di San Secondo, che si erge solitaria in un'ampia radura sui crinali della Serra morenica di Ivrea. Sosta al ricetto medievale di Magnano per il riposo dei cavalli e un pranzo caldo. Passeggiando nei vicoli, tra gli edifici del XV secolo, si vedono le “celle”, gli antichi depositi alimentari.

Ore 14
Il borgo medioevale di Salomone

Si prosegue a cavallo per Zimone, con una splendida vista panoramica sul Lago di Viverone e il Castello di Roppolo. Fermata al borgo medioevale di Salomone. Rimasto incontaminato, si presenta al visitatore con il suo fascino antico. Un oasi di pace tra archi, cortili e grandi muri in pietra. Alla sera si cena all’Osteria Dell'Oca Bianca di Cavaglià (0161.966833). Cucina piemontese con carne trita cruda, ravioli “del plin" e uova al tegamino con una grattata di tartufo. Si beve il Rubino della Serra.

Ore 10 di domenica
Il ricetto di Candelo

Un antico borgo medioevale del 1500, lungo le strette vie, le “rue”, trovate negozi e bancarelle con i prodotti tipici. Da visitare l’atelier di pittura su seta di Annelie e il laboratorio musicale di Sergio Serra, uno degli ultimi liutai. Per pranzo una sosta al D'Oria (015.2538469), locanda tipica alla porta centrale del ricetto. Specialità i bolliti cotti nelle “coccote”, i recipienti in ghisa. E il risotto “pian bress” con toma e burro. Per i più piccoli è aperto l’ufficio postale di Babbo natale, per spedire le letterine.

Ore 15
I luxury outlet sulla “strada della lana”

Shopping negli outlet del Piano. Adesso al posto degli antichi opifici, sulla “strada della lana” ci sono i paradisi dei centri commerciali. Dallo storico lanificio Cerruti con abbigliamento uomo-donna, che vanta 130 anni di attività, a Zegna specializzato nel classico per uomo, e Piacenza che da 11 generazioni produce fibre nobili in cashmere. Da non perdere una fermata al nuovo The Place, tipico esempio di luxury outlet. D’obbligo avere la carta di credito nel portafoglio. Per informazioni: Atl Biella (800.811.800)








Links