da non perdere
Incontri & Corsi: con ragazzi & adulti

Racconto: Anno 2020, un giorno di ordinario lavoro

Ferrovia TRANSIBERIANA: ai confini del mondo

SETTE: Australia nelle terre remote

Castelli: Contesse e fantasmi nei Castelli delle Donne

Sudafrica: cent'anni di Mandela

Deserti: Tra sabbie infuocate e notti stellate

Viaggi: Oman, sulla via delle spezie

Australia: luci e canguri

Viaggi: Passaggio in India

TSUKIJI ADDIO: Tokyo fish market

CENT'ANNI DI LEICA in 100 scatti

EXPO Viaggi: Italia chiama Mondo

PANGEA: 50 mila chilometri su e giù per il mondo

NEW ZEALAND: tra Maori e Hobbit

THAILANDIA: passaggio a Bangkok

LANGHE: sua Maestà il Tartufo

SANTUARI: i cammini del silenzio

VALSUGANA: grandi emozioni

RAJASTAN: il tempio dei topi

SUD AUSTRALIA: l'isola darwiniana

GRECIA: un orologio di 2000 anni

ALBA: caccia ai diamanti bianchi

KERALA: la medicina ayurvedica

JAIPUR: l'orologio di stelle e pietre

iCub: cuccioli di robot crescono

JAPPONE: Gran Seiko

Leonardo Chiariglione: papà Mp3

BANGALORE: la tecno India

AUSTRALIA: la fuga dei laureati

MATURITA': amarcord '68

L'Homo Zappiens di Mr.Veen

POLO NORD: turismo over the top

TOKYO: le Urban Tribù

REDMOND: gli italiani di Mr.Gates

ZOT: segni del tempo

INDIA: Ayurveda Land

Fotografie cifrate

Derrick de Kerckhove

Il computer del 2020

Cellular-satellitari

San PIETROBURGO: vita da Zar

VIRGINIA: il covo dei cyberpoliziotti

Attento! Il cellulare ti spia

COREA: la Glass Valley

SORDEVOLO: la Passione

Memorie digitali. Sono eterne?

Richard Stallman

JAPPONE: gli Lcd di Sharp

LIBIA: viaggio nel Sahara

FlexPhone il cellulare flessibile
gennaio 2013 archivio >>

17 gennaio 2013

Il 2013 sarà l’anno dei display flessibili. Una rivoluzione, non solo tecnologica, che apre nuovi scenari rimasti fino ad ora inesplorati nella creatività dei designer. E’ l’inizio di una nuova generazione di dispositivi digitali con una vasta potenzialità di utilizzo. iFlex, un concept di flexPhone (cioè di telefonino flessibile), è stato ideato dallo studio de Poorter Design di Milano. Un esempio di possibilità offerte da questi nuovi display. Ecco come è stato pensato questo concept.

I due lati rigidi del flexPhone in alluminio, sono agganciati alla parte centrale in silicone, con anima deformabile, grazie alla quale il dispositivo può assumere e mantenere ogni angolazione desiderata. E’ dotato di chiusura magnetica in posizione piegata, che protegge il display da graffi e urti. Il display flessibile tipo touchscreen è coperto da una cornice di protezione in nylon.

Un concept come l’iFlex farà nascere le flexApp, una nuova generazione di applicazioni software, che non sono mai state possibili con display rigidi. Nelle figure riportate sono illustrati nuovi esempi d’uso, come il make up digitale per signore, il segnaposto dei relatori in convegni, con il nome per il pubblico su un lato, e il tempo di parola rimanente sull’altro.

E ancora la sveglia da mettere sul comodino, che si spegne con un tocco della mano sulla sommità. Ovviamente lo stesso principio può essere applicato ai tablet, e perché no, anche ai computer portatili.

Maggiori informazioni sul sito Futurix

twitter @utorelli








Links