da non perdere
Incontri & Corsi: con ragazzi & adulti

Racconto: Anno 2020, un giorno di ordinario lavoro

Ferrovia TRANSIBERIANA: ai confini del mondo

SETTE: Australia nelle terre remote

Castelli: Contesse e fantasmi nei Castelli delle Donne

Sudafrica: cent'anni di Mandela

Deserti: Tra sabbie infuocate e notti stellate

Viaggi: Oman, sulla via delle spezie

Australia: luci e canguri

Viaggi: Passaggio in India

TSUKIJI ADDIO: Tokyo fish market

CENT'ANNI DI LEICA in 100 scatti

EXPO Viaggi: Italia chiama Mondo

PANGEA: 50 mila chilometri su e giù per il mondo

NEW ZEALAND: tra Maori e Hobbit

THAILANDIA: passaggio a Bangkok

LANGHE: sua Maestà il Tartufo

SANTUARI: i cammini del silenzio

VALSUGANA: grandi emozioni

RAJASTAN: il tempio dei topi

SUD AUSTRALIA: l'isola darwiniana

GRECIA: un orologio di 2000 anni

ALBA: caccia ai diamanti bianchi

KERALA: la medicina ayurvedica

JAIPUR: l'orologio di stelle e pietre

iCub: cuccioli di robot crescono

JAPPONE: Gran Seiko

Leonardo Chiariglione: papà Mp3

BANGALORE: la tecno India

AUSTRALIA: la fuga dei laureati

MATURITA': amarcord '68

L'Homo Zappiens di Mr.Veen

POLO NORD: turismo over the top

TOKYO: le Urban Tribù

REDMOND: gli italiani di Mr.Gates

ZOT: segni del tempo

INDIA: Ayurveda Land

Fotografie cifrate

Derrick de Kerckhove

Il computer del 2020

Cellular-satellitari

San PIETROBURGO: vita da Zar

VIRGINIA: il covo dei cyberpoliziotti

Attento! Il cellulare ti spia

COREA: la Glass Valley

SORDEVOLO: la Passione

Memorie digitali. Sono eterne?

Richard Stallman

JAPPONE: gli Lcd di Sharp

LIBIA: viaggio nel Sahara

Truffe online: Second Hand Economy
maggio 2017 ↓ scarica pdf archivio >>



L’usato piace agli italiani. Sia nella tradizionale forma di compra-vendita diretta, sia nelle nuove opportunità di acquisti online. Tramite computer fisso, ma ancora di più da dispositivi mobili. Da siti e portali di annunci elettronici. Parliamo di quella che gli anglosassoni chiamano Second Hand Economy. Particolarmente fiorente in un momento di crisi come questo, dove la parola risparmio regna sovrana. Ebbene il mercato degli oggetti di “seconda mano” ha interessato in totale nel 2016 i consumatori del Belpaese per 19 miliardi di euro (Doxa). Generando introiti pari all’1,1 per cento del Pil nazionale. C’è però un’insidia più o meno latente in agguato. E’ il pericolo di cadere in situazioni di web-truffe. Quando gli annunci non rispondono nelle caratteristiche a quanto postato nelle vetrine digitali del web. Che cosa fare per evitare di cadere in trappola?

Spiega Nunzia Ciardi, nuovo direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni che assieme a Subito, il noto sito di annunci internet, ha messo a punto una serie di indicazioni per i consumatori: «Innanzitutto prediligere lo scambio diretto. Meglio incontrarsi di persona e verificare che l’acquisto di seconda mano corrisponda alle specifiche descritte nell'annuncio. Questo dà all’acquirente la possibilità di rifiutare l’offerta e segnalare eventuali comportamenti scorretti del venditore». Tra gli altri consigli forniti della Polizia anche quello di non fidarsi degli oggetti che costano troppo poco, perché potrebbe trattarsi di falsi o imitazioni dell’originale. Come può capitare nell’elettronica di consumo. Ad esempio un telefonino di brand famosi (Apple, Samsung e Huawei), anche se usato non può essere messo in vendita per poche decine di euro.

E poi preferire i pagamenti che lasciano una traccia sicura, come bonifici bancari e sistemi di pagamento elettronici. Evitando per quanto possibile denaro contante, specie per importi di centinaia di euro. In questi casi una volta effettuato lo scambio merce-denaro risulta difficile contestare eventuali inadempienze del venditore.
Va ricordato che la Second Hand Economy online ha segnato nel 2016 un fatturato oltre 7 miliardi di euro (Doxa). In crescita di 300 milioni rispetto all’anno precedente. Con quali prodotti? A trainare gli acquisti di seconda mano è il comparto motori a due e quattro ruote. Da solo vale cinque miliardi di euro. Segno che gli italiani per vendere e comprare l’auto si appoggiano a siti online. Seguono poi i prodotti per la casa, salute e benessere con 984 milioni. In terza posizione elettronica e informatica con 647 milioni. Qui a farla da padrone sono telefonini, tablet e computer portatili. Seguono prodotti per sport e hobby (465 milioni).

Subito è tra le maggiori piattaforme web italiane di inserzioni per il mercato dell’usato. Con oltre 6 milioni di annunci suddivisi in 37 categorie merceologiche e 1,8 milioni di visitatori unici al giorno. Con questa immensa mole di pagine visitate, come eliminare i possibili annunci in odore di truffa? «Abbiamo un team di controllo e sicurezza che mediamente verifica 220 mila annunci al giorno - afferma Melany Libraro amministratore delegato di Subito dal 2014 - di questi circa 77 mila, il 35 per cento, passano i sistemi di controllo automatici». Un restante 40 per cento (88 mila) vengono "rivisti" dall’algoritmo informatico. Scarta quelli non consoni alle regole di affissione. Infine i restanti 55 mila sono controllati manualmente dai revisori interni di Subito. Così facendo scoprono i più curiosi. Come la messa in vendita di un carro armato, funzionante ma ovviamente smilitarizzato. E’ online al prezzo di 35 mila euro. Trattabili. Chi vuole sostituire i nanetti del giardino è avvisato.

twitter @utorelli








Links