da non perdere
Incontri & Corsi: con ragazzi & adulti

Racconto: Anno 2020, un giorno di ordinario lavoro

Ferrovia TRANSIBERIANA: ai confini del mondo

SETTE: Australia nelle terre remote

Castelli: Contesse e fantasmi nei Castelli delle Donne

Sudafrica: cent'anni di Mandela

Deserti: Tra sabbie infuocate e notti stellate

Viaggi: Oman, sulla via delle spezie

Australia: luci e canguri

Viaggi: Passaggio in India

TSUKIJI ADDIO: Tokyo fish market

CENT'ANNI DI LEICA in 100 scatti

EXPO Viaggi: Italia chiama Mondo

PANGEA: 50 mila chilometri su e giù per il mondo

NEW ZEALAND: tra Maori e Hobbit

THAILANDIA: passaggio a Bangkok

LANGHE: sua Maestà il Tartufo

SANTUARI: i cammini del silenzio

VALSUGANA: grandi emozioni

RAJASTAN: il tempio dei topi

SUD AUSTRALIA: l'isola darwiniana

GRECIA: un orologio di 2000 anni

ALBA: caccia ai diamanti bianchi

KERALA: la medicina ayurvedica

JAIPUR: l'orologio di stelle e pietre

iCub: cuccioli di robot crescono

JAPPONE: Gran Seiko

Leonardo Chiariglione: papà Mp3

BANGALORE: la tecno India

AUSTRALIA: la fuga dei laureati

MATURITA': amarcord '68

L'Homo Zappiens di Mr.Veen

POLO NORD: turismo over the top

TOKYO: le Urban Tribù

REDMOND: gli italiani di Mr.Gates

ZOT: segni del tempo

INDIA: Ayurveda Land

Fotografie cifrate

Derrick de Kerckhove

Il computer del 2020

Cellular-satellitari

San PIETROBURGO: vita da Zar

VIRGINIA: il covo dei cyberpoliziotti

Attento! Il cellulare ti spia

COREA: la Glass Valley

SORDEVOLO: la Passione

Memorie digitali. Sono eterne?

Richard Stallman

JAPPONE: gli Lcd di Sharp

LIBIA: viaggio nel Sahara

Baby Book, l'audio libro per i piccini
settembre 2010 ↓ scarica pdf archivio >>

Il libro illustrato della buona notte, quello da leggere ai bambini seduti sul bordo del letto, potrebbe avere i giorni contati. A sostituirlo, sarà Baby Book. Un audiolibro digitale in grado di raccontare storie ai piccoli da 3 a 8 anni. Verrà presentato domani a Milano. A inventare l’originale e.Book è l’italiano Alberto Pessach, imprenditore milanese e presidente di Sabah Electronics. L’azienda specializzata in consumer elettronico che distribuisce già nel nostro Paese iRiver, un lettore digitale per grandi. «Un’idea avuta nel corso di uno dei numerosi viaggi in Oriente – spiega – quando mi sono reso conto che non esisteva sul mercato un prodotto per questa fascia di età».

Così nel giro di due anni Pessach mette a punto specifiche e caratteristiche del progetto, per farlo ingegnerizzare poi a Taipei. Con un solo obiettivo. Produrre un e.reader facile da utilizzare una volta nelle mani dei più piccini. Prodotto con materiali certificati che offrano la massima sicurezza durante la lettura. «Nella realizzazione non siamo caduti nella tentazione di “cineserie”, di certo più economiche ma con scarse garanzie di qualità».

Il risultato è un robusto e.Book con display Lcd a colori da 8 pollici, perché per i bambini risulta fondamentale l’aspetto grafico. Con la possibilità di soffermarsi sulle immagini, come si fa con i libri illustrati cartacei. Per scelta non è stata impiegata la tecnologia touch-screen, ma Baby Book si sfoglia con l’aiuto di quattro tasti laterali. Dalla schermata iniziale si sceglie se ascoltare la storia raccontata dalla voce di un doppiatore, dunque niente sintetizzatore digitale con voce metallica. Oppure fare comparire a video il testo, da leggere direttamente. Con una novità. Metà delle storie sono realizzate in lingua inglese. «Una soluzione voluta, perché sappiamo come i più piccoli siano curiosi e riescano a imparare rapidamente, associando immagini e contenuti testuali».

Baby Book sarà messo in vendita in Italia da metà ottobre attraverso i negozi della distribuzione hitech. Con prezzo al pubblico di 199 euro. Al suo interno memorizza già 20 storie, mentre le altre saranno scaricabili dal sito www.pilade.it, a meno di 5 euro, attraverso un comune Pc. Basta poi collegare Baby Book tramite la porta Usb per archiviarle nella memoria interna da 16 GigaByte. Dove troveranno posto anche fotografie e file in formato pdf. Il fatto di scaricare, almeno all’inizio, i contenuti da un unico sito potrebbe però rivelarsi una limitazione. Meglio offrire ai piccoli lettori maggiori possibilità, attingendo da altri bookstore online.

Ma i progetti di Alberto Pessach vanno oltre. «Non escludo l’utilizzo a fini didattici, nelle scuole per l’infanzia. Per muovere i primi passi nell’apprendimento delle lingue e dell’aritmetica». Presto Baby Book parlerà anche in spagnolo, perché il vulcanico imprenditore pensa già a nuovi mercati.








Links