da non perdere
Incontri & Corsi: con ragazzi & adulti

Racconto: Anno 2020, un giorno di ordinario lavoro

Ferrovia TRANSIBERIANA: ai confini del mondo

SETTE: Australia nelle terre remote

Castelli: Contesse e fantasmi nei Castelli delle Donne

Sudafrica: cent'anni di Mandela

Deserti: Tra sabbie infuocate e notti stellate

Viaggi: Oman, sulla via delle spezie

Australia: luci e canguri

Viaggi: Passaggio in India

TSUKIJI ADDIO: Tokyo fish market

CENT'ANNI DI LEICA in 100 scatti

EXPO Viaggi: Italia chiama Mondo

PANGEA: 50 mila chilometri su e giù per il mondo

NEW ZEALAND: tra Maori e Hobbit

THAILANDIA: passaggio a Bangkok

LANGHE: sua Maestà il Tartufo

SANTUARI: i cammini del silenzio

VALSUGANA: grandi emozioni

RAJASTAN: il tempio dei topi

SUD AUSTRALIA: l'isola darwiniana

GRECIA: un orologio di 2000 anni

ALBA: caccia ai diamanti bianchi

KERALA: la medicina ayurvedica

JAIPUR: l'orologio di stelle e pietre

iCub: cuccioli di robot crescono

JAPPONE: Gran Seiko

Leonardo Chiariglione: papà Mp3

BANGALORE: la tecno India

AUSTRALIA: la fuga dei laureati

MATURITA': amarcord '68

L'Homo Zappiens di Mr.Veen

POLO NORD: turismo over the top

TOKYO: le Urban Tribù

REDMOND: gli italiani di Mr.Gates

ZOT: segni del tempo

INDIA: Ayurveda Land

Fotografie cifrate

Derrick de Kerckhove

Il computer del 2020

Cellular-satellitari

San PIETROBURGO: vita da Zar

VIRGINIA: il covo dei cyberpoliziotti

Attento! Il cellulare ti spia

COREA: la Glass Valley

SORDEVOLO: la Passione

Memorie digitali. Sono eterne?

Richard Stallman

JAPPONE: gli Lcd di Sharp

LIBIA: viaggio nel Sahara

Georgia: Tbilisi città sospesa tra Europa e Asia
marzo 2020 ↓ scarica pdf

Sette-Corriere della Sera, 13 marzo 2020

Secolari monasteri ortodossi arroccati sulle montagne. Distese di vigneti in verdi vallate, con uve che hanno poco da invidiare ai blasonati «rossi toscani». E poi una miriade di Spa sparse sul territorio ricco di acque benefiche, dove rilassare corpo e spirito con trattamenti detox. Il tutto condito da gentilezza e disponibilità di un popolo ancora immune alle lusinghe del turismo di massa. Benvenuti in Georgia. Paese caucasico con tremila anni di storia alle spalle, disteso sulla linea di demarcazione tra Europa e Asia. Antica terra di mezzo della Colchide.

Secondo la leggenda di Giasone e degli Argonauti custodiva il Vello d’Oro, la miracolosa pelle di ariete guaritrice di ferite e malattie. Un territorio grande tre volte la Lombardia con meno di 4 milioni di abitanti. Rinato all’inizio degli anni ’90 come Repubblica indipendente dopo la caduta dell’impero sovietico, ma subito martoriato da aspre lotte separatiste. Finalmente dopo la “rivoluzione delle rose” del 2003 e a dieci anni dagli scontri in Ossezia, la Georgia si apre ai viaggiatori con interessanti offerte culturali, naturalistiche e gastronomiche. A poco più di cinque ore di volo dall’Italia
continua la lettura sul Pdf









Links